Home > Prestiti Inpdap per Categorie Professionali > Prestiti Inpdap forze armate: polizia, carabinieri, guardia finanza, esercito

Prestiti Inpdap forze armate: polizia, carabinieri, guardia finanza, esercito

Prestiti Inpdap forze armate: polizia, carabinieri, guardia finanza, esercito
4 (80%) 4 votes

Sei un dipendente statale appartenente alle Forze armate e alle Forze dell’Ordine? Allora, ti trovi nella giusta guida dato che puoi beneficiare assolutamente dei migliori prestiti a saggi di interesse agevolato diretto e/o garantito da Inps Inpdap. Si tratta di una forma di prestito garantito con cessione del quinto sullo stipendio che ti permette di realizzare ogni tuo sogno o spesa urgente o, semplicemente, un fabbisogno di liquidità, senza dover accendere il prestito tradizionale, più oneroso.

La disciplina in materia di prestazioni creditizie erogate da Inps Inpdap è contenuta all’interno del Regolamento, emanato a favore degli iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni sociali e creditizie, la quale viene costantemente alimentata dai contributi versati dai dipendenti del pubblico impiego. La possibilità di accendere un prestito con cessione del quinto, trattasi sia di Piccolo Prestito che di Prestito Pluriennale, è subordinata alla presenza di certi requisiti sanciti ad hoc dal Regolamento stesso. In questa guida, troverai una risposta a tutti i quesiti che ti sorgono in materia di prestazioni creditizie a Forze Armate e Forze dell’Ordine.

Prestiti Inpdap alle Forze Armate e Forze dell’Ordine: categorie di lavoratori

La sicurezza dei cittadini italiani e di tutta la popolazione sul territorio nazionale è garantita dalla Polizia di Stato, dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza, che insieme alla Polizia Penitenziaria e al Corpo Forestale costituiscono le Forze dell’Ordine.

Le Forze dell’Ordine sono presenti in ogni parte dell’Italia e svolgono il loro lavoro nell’interesse dello Stato Italiano e sono classificabili nei seguenti corpi:

  • Polizia di Stato ha il compito principale di garantire la sicurezza dei cittadini e di mantenere l’ordine pubblico. I Poliziotti lottano contro la criminalità; fanno rispettare le leggi; vigilano sull’ordine pubblico per prevenire reati e disordini, vengono in soccorso di tutti in caso di incidenti.
  • Guardia di Finanza ha il compito di prevenire, ricercare e denunciare il mancato rispetto delle regole dell’economia e della finanza. Ma ha anche il compito di mantenere l’ordine e la sicurezza pubblica e di difendere le frontiere.
  • Arma dei Carabinieri è una delle quattro forze armate ed opera nell’ambito del Ministero della Difesa. Oltre ai compiti di carattere militare (come la difesa dello Stato), i Carabinieri hanno anche il compito di garantire la sicurezza pubblica.
  • Polizia Penitenziaria ha il compito principale di garantire l’ordine e la sicurezza nelle carceri.
  • Corpo Forestale dello Stato è una forza di polizia specializzata nella tutela del patrimonio naturale e paesaggistico.

Quanto alle Forze Armate, sono l’insieme delle componenti militari della Repubblica Italiana e sono classificabili nelle seguenti categorie di dipendenti del pubblico impiego:

  • Aeronautica Militare;
  • Arma dei Carabinieri;
  • Esercito Italiano;
  • Marina Militare.

Requisiti necessari

Per accedere al Prestito Inpdap con cessione del quinto devi, oltre alla qualifica professionale sopra descritta, essere iscritto alla Gestione Unitaria delle Prestazioni sociali e creditizie (come già anticipato in premessa), aver maturato almeno quattro anni di contributi al servizio del pubblico impiego, essere assunto con contratto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo determinato, la cui durata per quest’ultimo sia di minimo 3 anni. Inoltre, occorre essere percipiente di una busta paga mensile a carattere continuativo e rilasciare il TFR maturato a fronte dell’obbligazione debitoria assunta dal dipendente statale. Ecco perché si parla di prestito garantito.

Come funziona con la cessione del quinto?

La principale caratteristica di questa forma di credito agevolato risiede nel fatto che questa categoria di prodotto creditizio avviene con “cessione del quinto dello stipendio”: infatti, si tratta di una forma di prestito garantito a tasso fisso, svincolato da particolari finalità, nel quale i pagamenti delle rate avvengono tramite la trattenuta di una parte, non eccedente un quinto, dello stipendio o della pensione, da parte del datore di lavoro. Il prestito erogato al dipendente statale viene restituito in rate costanti dal proprio datore di lavoro (amministratore statale presso la quale si è impiegati) il quale provvede mensilmente a versare alla Società Finanziaria o Banca creditrice la quota fissa e concordata, della retribuzione netta, nel rapporto di un quinto della stessa, fino all’estinzione del debito.

Il Prestito Inpdap si considera, inoltre, “garantito” in quanto, ai sensi dell’Art. 1, comma 5, D.P.R. n. 180/1950, devono avere la garanzia dell’assicurazione sulla vita che assicuri il recupero del credito residuo in caso di premorienza del lavoratore o  il rilascio della garanzia del TFR per l’eventuale interruzione del rapporto di lavoro precedente all’estinzione dell’intero debito.

Prestiti Inpdap Forze dell’Ordine ed Armate: Piccolo Prestito

La forma di Prestito Inpdap erogato alle Forze Armate e/o dell’Ordine da rimborsare con piano di ammortamento 12, 24, 36, 48 mensilità, si annovera nella categoria dei prodotti creditizi denominata, all’interno del Regolamento, come Piccoli Prestiti, i quali sono disciplinati all’articolo 1 rubricato “Criteri per l’erogazione“. Per accendere questa forma di prestito con cessione del quinto sullo stipendio, non occorre presentare le finalità e le motivazioni per le quali si decide di richiedere questo prestito; tuttavia, è necessario, come sancito dalla disciplina regolamentare, presentare la domanda di richiesta prestito allegando tutta la documentazione attestante la propria anagrafica o la propria situazione economica, oltre a rilasciare un contatto telefonico.

Per quanto concerne i costi, è sancito all’articolo 1 del succitato Regolamento che “Sull’importo lordo dei piccoli prestiti si applica il tasso di interesse nominale annuo del 4,25%, nonché la ritenuta dello 0,50% per spese di amministrazione e quella relativa al contributo del fondo rischi …. Gli importi delle spese di amministrazione e del contributo per il fondo rischi sono trattenuti all’atto dell’erogazione del piccolo prestito”

Prestiti Inpdap Forze dell’Ordine e Forze Armate: Prestito 60 mesi

Se sei alla ricerca di un prestito finalizzato, oltre ad essere garantito, ed estinguibile con un piano di ammortamento di 60 rate mensili, il Prestito pluriennale Inpdap quinquennale è la soluzione pensata per te. Le finalità per sottoscrivere questa forma di prestito  sono ascrivibili alle seguenti:

  • art. 7, Prestito per calamità naturali (terremoti, alluvioni, etc.)
  • art. 8, Prestito per rapina, furto ed incendio,
  • art. 9 Prestito per trasloco per esigenze familiari o trasferimento ad altra sede del dipendente,
  • Art. 10 Prestito per lavori condominiali,
  • Art. 11, Prestito per manutenzione ordinaria della casa,
  • Art. 12 Prestito per le spese di installazione impianti di energia rinnovabile,
  • Art. 13 Prestito per acquisto Auto per l’iscritto,
  • Art. 14 Prestito per nascita figli o adozione figli,
  • Art. 15 Prestito per Protesi e cure dentarie,
  • Art. 16 Prestito per Acquisto autovettura modificata per persone disabili,
  • Art. 17 Prestito per malattia del soggetto iscritto,
  • Art. 18 Prestito per decesso dei familiari,
  • Art. 19 Prestito per matrimonio del soggetto iscritto,
  • Art. 20 Prestito per la formazione scolastica e Post laurea,
  • Art. 21 Prestito per casi eccezionali non rientranti nelle fattispecie e casistiche sopra descritte.

Per richiedere questa forma di prestiti con durata quinquennale, occorre presentare anche il certificato medico di sana costituzione, la documentazione di natura autocertificativa e presentazione delle finalità per le quali si richiede il prestito.

Per quanto concerne i costi e le condizioni economiche applicate a questa forma di prestito, sono da ascrivere a quelle che sono riportate all’articolo 3, punto 2) del Regolamento: “Sull’importo lordo dei prestiti pluriennali si applica il tasso di interesse nominale annuo del 3,50%, nonché la ritenuta dello 0,50% per spese di amministrazione e quella relativa al contributo del fondo rischi, secondo le misure percentuali previste …. Gli importi delle spese di amministrazione e del contributo per il fondo rischi sono trattenuti all’atto dell’erogazione del prestito pluriennale”.

Prestito Inpdap Forze Armate e Forze dell’Ordine: Prestiti 120 mesi

Se sei alla ricerca di un prestito finalizzato, oltre ad essere garantito, ed estinguibile con un piano di ammortamento di 120 rate mensili, il Prestito pluriennale Inpdap decennale è la soluzione pensata per te. Le finalità per sottoscrivere questa forma di prestito sono ascrivibili alle seguenti:

  • riscatto alloggi popolari,
  • acquisto di casa in cooperativa o da cooperativa,
  • acquisto o costruzione della casa destinata ad uso residenziale,
  • anticipata estinzione o riduzione del mutuo stipulato dal soggetto lavoratore,
  • manutenzione straordinaria,
  • malattie gravi di componenti del nucleo familiare,
  • casi eccezionali non rientranti nelle ipotesi di cui sopra.

Per richiedere questa forma di prestiti con durata quinquennale, occorre presentare anche il certificato medico di sana costituzione, la documentazione di natura autocertificativa e presentazione delle finalità per le quali si richiede il prestito. Per quanto concerne gli oneri e saggio di interesse applicato, si rinvia alla disciplina dei Prestiti 60 mesi.