Home > Scegli l'Importo > Prestiti Inpdap 75000 euro

Prestiti Inpdap 75000 euro

Prestiti Inpdap 75000 euro
5 (100%) 2 votes

Se sei alla ricerca di un Prestito Inpdap di capitale finanziario 75.ooo euro, allora ti trovi nella giusta guida. I Prestiti Inpdap sono prodotti creditizi veramente interessanti e pensati per chi è iscritto alla Gestione Unitaria delle prestazioni sociali e creditizie e per chi è assunto nel Pubblico impiego come dipendente statale o di un’amministrazione locale. Le condizioni contrattuali ed economiche sono davvero appetibili sia per chi opti per il Piccolo Prestito sia per quello Pluriennale.

In effetti, trattandosi di un capitale di importo rilevante, 75.000 euro, per la maggio parte dei casi il contratto di finanziamento acceso sarà configurabile come Prestito di durata pluriennale con un piano di ammortamento 60 o 120 rate mensili. In questa guida, cerchiamo di approfondire meglio la disciplina dei Prestiti pluriennali diretti e/o garantiti di capitale finanziario di importo 75.000 euro; in certi casi, a seconda dell’importo della retribuzione percepita dal pubblico dipendente, potrà trattarsi anche di Piccolo Prestito con durata 36 o 48 mensilità. Inoltre, focalizziamo l’attenzione su quali requisiti si deve possedere per accedere a tale forma di Prestito e quale documentazione è necessario allegare alla domanda di richiesta del prestito.

Prestito Inpdap con cessione del quinto 75.000 euro: caratteristiche

Il Prestito Inpdap è una forma di credito agevolato che viene erogato ai lavoratori statali e/o di Enti locali solo a fronte del rilascio del TFR maturato dal dipendente a fronte dell’obbligazione assunta. Questo significa che per accedere ad un prestito Inpdap, occorre essere titolari di busta paga mensile a carattere continuativo ed avere maturato il Trattamento di Fine Rapporto (TFR) che funga da garanzia all’obbligazione contratta. Ecco perché non sono richieste ulteriori forme di garanzie reali quali pegno, ipoteca, fidejussione, terzo soggetto mallevadore, cauzione etc.

La prassi legislativa e commerciale prevede che, ai sensi dell’art 13 del D.P.R. 5 gennaio 1950, n. 180, si tratti di cessioni del quinto sullo stipendio estinguibili nell’arco di vigenza del contratto con l’obbligo di cedere il trattamento di fine rapporto a garanzia dell’obbligazione. Inoltre, il dettato normativo prevede la cogenza della sottoscrizione di una polizza assicurativa a copertura del rischio di perdita posto di lavoro e di decesso o inabilità o malattia del soggetto contraente della cessione. Per quanto concerne la modalità di funzionamento del prestito, come suggerito dal nome stesso del contratto di finanziamento, il datore di lavoro (amministrazione statale e/o locale) deve provvedere a pagare mensilmente la rata di restituzione del finanziamento acceso dal dipendente, addebitandola allo stipendio, nei limiti del 20% (un quinto) dell’ammontare in busta paga netta.

Destinatari della prestazione

Come già anticipato per fruire di questa forma di Prestito con cessione del quinto sullo stipendio, occorre essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, vantare almeno quattro anni di anzianità di servizio utile a conseguire qualunque trattamento di quiescenza, vantare quattro anni di versamento contributivo alla Gestione unitaria. Gli iscritti in attività di servizio devono, all’atto della domanda, essere titolari di contratto di lavoro a tempo indeterminato o essere titolari di contratto di lavoro a tempo determinato non inferiore a tre anni (cifrare articolo 2 del Regolamento Prestiti).

Simulazioni, rate e costi

I Prestiti Inpdap di importo 75.000 euro sono concedibili ed erogabili solo ed esclusivamente ai dipendenti pubblici che percepiscono una retribuzione netta mensile di 4000 euro con possibilità di accedere un Prestito Pluriennale di durata 120 rate:

Tipo Prestito Durata Tasso Importo Lordo
Prestito Pluriennale 120 3,50 75000.00
Dettaglio Importo Lordo
Importo Rata Importo Interessi Importo Spese Amministrative Importo Spese Fondo di Garanzia Importo Netto
739,72 321,82 375,00 1.710,00 72.593,18

Per coloro che percepiscono una retribuzione di importo 7000 euro, le soluzioni sono:

Tipo Prestito Durata Tasso Importo Lordo
Prestito Pluriennale 60 3,50 75000.00
Dettaglio Importo Lordo
Importo Rata Importo Interessi Importo Spese Amministrative Importo Spese Fondo di Garanzia Importo Netto
1.362,54 321,82 375,00 720,00 73.583,18
Prestito Pluriennale 120 3,50 75000.00

Per chi percepisce una retribuzione di 10.000 euro si ampliano le soluzioni creditizie a disposizione:

Tipo Prestito Durata Tasso Importo Lordo
Piccolo Prestito 48 4,25 75000.00
Dettaglio Importo Lordo
Importo Rata Importo Interessi Importo Spese Amministrative Importo Spese Fondo di Garanzia Importo Netto
1.699,12 389,19 375,00 900,00 73.335,81
Prestito Pluriennale 60 3,50 75000.00
Dettaglio Importo Lordo
Importo Rata Importo Interessi Importo Spese Amministrative Importo Spese Fondo di Garanzia Importo Netto
1.362,54 321,82 375,00 720,00 73.583,18
Prestito Pluriennale 120 3,50 75000.00

Prestito con cessione 75.000 euro: Piccolo Prestito

Come si può visionare dalle simulazioni del computo della cessione del quinto 75.000 euro, solo ed esclusivamente i soggetti percipienti una retribuzione di 10.000 euro mensili possono richiedere la sottoscrizione di un Piccolo Prestito con piano di ammortamento 48 mesi, senza dover presentare le motivazioni riguardanti la richiesta del finanziamento. Per quanto concerne il tasso di interesse applicato è più oneroso (4,25%) rispetto a quello applicato dai Prestiti Pluriennali (3,5%).

Prestito con cessione 75.000 euro: Prestito pluriennale 60 rate

Questa forma di Prestito con durata quinquennale è fruibili da tutti i dipendenti del pubblico impiego che richiedono un capitale di 75.000 euro a fronte di una busta paga di importo maggiore ai 7000 euro e solo se alla domanda si presentano ulteriori documenti autocertificativi, a seconda della finalità del prestito. Le finalità per accendere il Prestito quinquennale sono fissati in maniera trasparente dal Regolamento e sono: acquisto autovettura, prestiti per calamità naturali, prestiti per riscatto alloggio popolare, prestito per manutenzione ordinaria, prestito per malattia, prestito per formazione, matrimonio etc.

Prestito con cessione 75.000 euro: Prestito pluriennale 120 rate

Questa forma di Prestito con piano di ammortamento decennale è richiedibile da tutti i lavoratori che percepiscono una retribuzione mensile di importo minimo 4000 euro solo se alla domanda si presentano ulteriori documenti autocertificativi, a seconda della finalità del prestito. Le finalità per accendere il Prestito decennali sono fissati in maniera trasparente dal Regolamento e sono: acquisto, costruzione casa, prestito per manutenzione straordinaria, prestito per malattia grave, prestito per estinzione anticipata delle rate di mutuo ipotecario.