Home > Banche > Prestiti Inpdap Findomestic

Prestiti Inpdap Findomestic

Ti è piaciuto il post?

Sei alla ricerca di un Prestito Inps Inpdap? Bene, allora se la risposta è affermativa ti trovi nella giusta guida e puoi reperire tutte le informazioni necessarie per accendere un prestito garantito dall’Ente di Previdenza a saggi e condizioni contrattuali davvero agevolati. Si tratta di prodotti che sono erogati non solo direttamente dall’INPS ma, anche, da Banche e Società finanziarie che sono in Convenzione con l’ente di Previdenza. Tra i vari intermediari bancari e creditizi che vantano Convenzioni vi è Findomestic, un player creditizio già conosciuto sul mercato per praticare condizioni vantaggiose ed offerte promozionali davvero uniche. Vediamo in questa guida come procedere con la richiesta del prestito Inps direttamente a Findometic, senza inoltrare la domanda a INPS.

Prestito Inpdap in Convenzione: a chi si rivolgono

I Prestiti in Convenzione erogati da Findomestic sono prodotti creditizi che consentono ai dipendenti del pubblico impiego di avere accesso al mercato del credito a condizioni davvero vantaggiose. Per beneficiare di questi è necessario essere in possesso di determinati requisiti, qui di seguito sintetizzabili:

  • residenza sul territorio italiano,
  • busta paga
  • contratto a tempo indeterminato
  • contratto a tempo determinato (valutabile a seconda dei casi e se superiore ai 3 anni)

Se sei in possesso di una busta paga del Ministero Economia e Finanze, Findomestic Banca ti riconosce, in virtù delle speciali agevolazioni per i lavoratori dipendenti delle amministrazioni statali e pubbliche amministrati tramite il sistema NoiPA, la possibilità di sottoscrivere la Cessione del Quinto e Delega (entrambe con rate massima 1/5, durata massima 120 mesi). Si tratta di una scelta davvero vantaggiosa per i dipendenti statali: per chi è assunto con contratto di lavoro a tempo determinato, se superiore ai 3 anni, è possibile sottoscrivere la Cessione del quinto sullo stipendio, purchè la durata del piano di ammortamento del prestito non ecceda da durata del contratto di lavoro a termine.

Cessione del quinto Findomestic: caratteristiche

Per chi è assunto con contratto a tempo indeterminato nel pubblico impiego ed è iscritto alla Gestione unitaria delle Prestazioni creditizie e sociali, può sottoscrivere il contratto di cessione del quinto sullo stipendio, il quale è caratterizzato da:

  • Rata fissa, versata direttamente dall’amministrazione di appartenenza
  • Zero spese di apertura pratica, zero commissioni bancarie e di intermediazione, zero imposta di bollo/sostitutiva, zero imposta di bollo per comunicazioni periodiche
  • Possibilità di ottenere importi consistenti grazie al rimborso in 10 anni
  • Nessuna garanzia aggiuntiva oltre al contratto di lavoro, a tempo indeterminato e con copertura assicurativa;
  • Nessuna firma del coniuge

Inoltre, la cessione del quinto consente di addebitare la rata mensile del prestito decurtandola direttamente ed automaticamente dalla busta paga percepita dal lavoratore.

Cessione del quinto Findomestic: garanzie

La cessione del quinto è anche chiamato prestito garantito proprio perché le rate sono versate direttamente dalle amministrazioni di competenza, cioè il datore di lavoro ed il rapporto è sempre coperto da un’assicurazione. Proprio per questo, per usufruire della cessione del quinto sullo stipendio è necessario essere titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o essere pensionati. L’unica cosa richiesta è la presentazione del contratto di lavoro a tempo indeterminato e la riscossione di una busta paga mensile oltre alla sottoscrizione di una polizza assicurativa a copertura del credito.

Per i prestiti contro cessione del quinto sullo stipendio, il DPR 180/50 prevede obbligatoriamente una doppia copertura assicurativa a tutela del rischio vita del cliente e del rischio impiego. E’ abbastanza facile immaginare che un cliente del pubblico impiego abbia una probabilità vicine allo zero di vedere la sua azienda fallire o versare in condizioni economiche finanziarie tali da non poter procedere al pagamento delle rate mensili, trattenute dalla busta paga, a fronte dell’adempimento del contratto di cessione del quinto sullo stipendio.

Polizza assicurativa a copertura del credito: come funziona

Il costo dell’assicurazione è integrato nell’importo della rata da rimborsare. L’assicurazione vita copre il debito in casi di invalidità permanente o premorienza: al verificarsi di questi eventi fortuiti, la compagnia assicurativa provvederà a saldare il credito residuo all’ente creditore. Va ricordato che durante la fase d’istruttoria, Findomestic obbliga il cliente a compilare un modulo sulla propria condizione fisica e salute.

L’assicurazione rischio impiego copre per qualsiasi causa (licenziamento, fallimento datore di lavoro, etc. ): in questo caso l’assicurazione provvederà a pagare l’ente creditore, esercitando azione di rivalsa nei confronti del cliente. Nei casi di interruzione momentanea del servizio lavorativo , l’assicurazione provvederà a saldare il debito surrogandosi al cliente, il quale dovrà rimborsare la compagnia assicurativa (azione di rivalsa).

Prestito Inpdap Findomestic: come richiederlo

Se vuoi richiedere informazioni ed inoltrare la domanda di richiesta del prestito garantito Inps, puoi o recarti presso una delle filiali Findomestic ubicate sul territorio nazionale oppure inoltrare la richiesta online. Ecco come procedere: avviare una richiesta di Cessione del Quinto dal sito Findomestic nella sezione Cessione del Quinto, inserire i tuoi dati e ricevere una risposta in breve tempo possibile; la richiesta online non è impegnativa, si tratta solo di una consulenza creditizia.

Findomestic Banca: Offerta promozionale Prestito Inpdap

Interessante offerta promozionale da valutare per chi può fruire della convenzione Inpdap è la seguente, valevole per tutto il mese di aprile: capitale erogato 13.000 euro, 120 rate da 144 euro al mese, TAN Fisso a 5,95% e TAEG Fisso a 6,11%. Costi: zero commissioni di intermediazione e gestione pratica, zero imposta di bollo per comunicazioni periodiche, zero commissioni istruttoria pratica, zero imposta di bollo/sostitutiva.